Home > Poesia > Ordine del giorno – H. M. Enzensberger

Ordine del giorno – H. M. Enzensberger

Telefonare consulente fiscale, lavorare un po’.
meditare sulla foto di una donna
che si è ammazzata.
Andare a vedere quando si è cominciata a usare
l’espressione immagine del nemico.
Dopo il tuono osservare le bolle
che il nubifragio forma sul lastrico
e bere l’aria bagnata.
Fumare e guardare un po’ di televisione senz’audio.
Chiedersi di dove viene il prurito del sesso
durante una squallida riunione.
Pensare per sette minuti all’Algeria.
Dar fuori in bestemmie come un dodicenne
su un’unghia che si è spezzata.
Ricordarsi di una precisa sera,
ventun anni fa, era di giugno,
un pianista nero suonava il cha cha cha
e qualcuno piangeva di rabbia.
Non dimenticare di comprare il dentifricio.
Cercar di capire perché
perché Dio non lascia mai
in pace gli uomini, e neanche il contrario.
Cambiare la lampadina in cucina.
Ritirare dal balcone, con cautela,
la cornacchia fradicia, arruffata, inanimata.
Contemplare le nuvole, le nuvole.
Ma anche dormire, dormire.

******************************************

Hans Magnus Enzensberger è nato a Kaufbeuren, in Baviera, nel 1929. Ha frequentato diverse università, per poi laurearsi in filosofia con una tesi dedicata all’opera pre-fenomenologica di Brentano. Ha viaggiato moltissimo, vivendo per periodi più o meno lunghi in Norvegia, Italia, Stati Uniti e Cuba. Nel 1963 si è aggiudicato il prestigioso Premio Büchner. Autore di romanzi a sfondo storico, come il celeberrimo La breve estate dell’anarchia, e di drammi teatrali, tra cui Inchiesta su L’Avana, è fuoriuscito dalla congerie surrealiste per approdare a un realismo oggettivistico in linea con la poetica di Brecht.
Da una simile adesione ai motivi realistici, HME matura la possibilità di creare grandiose allegorie, come quella protagonista dello splendido poema La fine del Titanic, uno degli esiti maggiori della poesia tedesca nel Novecento.
Tra le sue opere più recenti, i saggi di Politica e crimine, una serie di scenari narrativi e di personaggi accomunati da una originalissima riflessione sul crimine e sulla moderna trasformazione per cui il crimine tangibile è diventato astratto e viceversa, dalla Repubblica di Santo Domingo – sede delle gesta del dittatore Trujillo – alla Santa Russia degli zar e degli attentati dei terroristi, passando per la Chicago di Al Capone e la Napoli della nuova camorra, con la storia di Pupetta Maresca, e la Roma della dolce vita, con la ricostruzione della fine di Wilma Montesi.Enz

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: